Apple continua a crescere anche senza iPhone: ricavi pari a 61 miliardi

Apple continua a crescere anche senza iPhone: ricavi pari a 61 miliardi

Apple archivia il secondo trimestre fiscale con utili e ricavi sopra le attese trainati dalle vendite di iPhone, in rialzo del 2% su base annua ma ferme a quota 52,2 milioni contro 53 milioni attesi al top della forchetta. Il colosso di Cupertino, per il suo secondo trimestre fiscale, ha riportato utili per azione di 2,73 dollari contro i 2,67 previsti alla vigilia e utili netti saliti del 25% a 13,82 miliardi da 11,03 l'anno scorso. "Data la nostra fiducia nel futuro di Apple, siamo molto lieti di annunciare che il nostro Consiglio di Amministrazione ha approvato una nuova autorizzazione al riacquisto di azioni da 100 miliardi di dollari e un aumento del 16% del nostro dividendo trimestrale".

L'anno scorso il settore degli smartphone ha visto calare le consegne del per cento, e Apple ha risposto cercando di espandere la rete di servizi offerti ai possessori dei suoi 1,3 miliardi di apparecchi, ben tenendo presente che i telefonini contano ancora comunque per più del 60% dei ricavi.

"Siamo ora a metà strada nell'anno fiscale 2018 con quasi 150 miliardi di dollari in ricavi e una crescita a due cifre in tutti i segmenti geografici abbiamo generato quasi 34 miliardi di dollari di profitti in e mesi e siamo ottimisti sul futuro di Apple".

Numeri confortevoli da parte di Apple a discapito da chi credeva che le vendite di iPhone potessero subire un calo causa la poca richiesta. Le vendite internazionali (cioè quelle al di fuori del mercato USA), a tal proposito, hanno costituito il 65% del fatturato trimestrale. Il successore di Tim Cook, inoltre, non teme le tensioni commerciali tra Usa e Cina.

Nel corso degli ultimi tre mesi questa divisione ha portato a ricavi pari a 9,2 miliardi di dollari. Per il Ceo di Apple, alla fine prevarrà la tesi secondo cui "la Cina vince solo se gli Usa vincono". Ma accantoniamo l'iPhone e passiamo all' iPad: anche il tablet della mela continua il suo trend positivo con 9,1 milioni di unità vendute, il 2 percento in più rispetto al 2017, e non potrà che continuare in questo modo viste le premesse dell' ultimo modello che puntano ad offrire un prodotto di alta qualità ad un prezzo "contenuto" ottenuto sacrificando alcuni aspetti che possiamo ritenere secondari per un tablet. Nella call a commento dei conti, Cook ha definito la Cina un "Paese fenomenale con molte opportunità".

Per il prossimo trimestre la dirigenza prevede un fatturato fra 51,5 e 53,5 miliardi di dollari con un margine di profitto fra il 38 e il 38,5%. "E' un bel mercato nei confronti del quale siamo molto bullish". Maestri ha affermato che il titolo Apple "è sottovalutato". Il direttore finanziario, l'italiano Luca Maestri, ha posto l'accento sul flusso di casa di oltre 15 miliardi.