A Roma è esploso un autobus in pieno centro

A Roma è esploso un autobus in pieno centro

Attimi di terrore martedì mattina in pieno centro a Roma. Il bus, da quanto risulta dalle prime informazioni, sarebbe stato vuoto. Non si hanno notizie di morti e feriti, sul posto sono immediatamente intervenuti i soccorsi.

L'esplosione è avvenuta in via del Tritone all'altezza della sede distaccata della presidenza del Consiglio che ospita la Conferenza Stato-Regioni con tre esplosioni in sequenza.

Prima dell'esplosione, l'autista ha provato a spegnere le fiamme con un estintore, senza riuscirci. Il conducente sentendo uno strano rumore e odore di bruciato ha fatto scendere subito i passeggeri e ha continuato per poco la sua corsa, fino a quando il bus ha preso fuoco nella parte posteriore. Sul luogo dell'incidente è arrivato anche il Ministro dell'Interno Minniti che stava passando non lontano dal luogo dell'incendio. Tre autobotti dei vigili del fuoco lo hanno circondato ma le fiamme sono arrivate fin dentro i negozi di abbigliamento e un palazzo. L'incendio non ha provocato nessuna conseguenza ai passeggeri.

L'autobus andato completamente distrutto "era dell'anno 2003", rende noto l'azienda, sottolineando di aver intensificato, negli ultimi mesi, "le azioni preventive per minimizzare i rischi di incendio per la flotta che purtroppo ha un'età media molto avanzata".

Via del Tritone attualmente chiusa, traffico in tilt. "Le azioni messe in campo hanno consentito di abbattere i casi di incendio sulle vetture di circa il 25% nel primo quadrimestre 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017", spiega Atac. I Vigili del Fuoco hanno già spento l'incendio ed è confermata, secondo confermata la causa accidentale. E' il nono autobus ad andare in fiamme a Roma nel 2018.