Vigile del fuoco stalker a Como: ripreso mentre incendia l'auto dell'ex fidanzata

Vigile del fuoco stalker a Como: ripreso mentre incendia l'auto dell'ex fidanzata

Nella giornata del 26 marzo scorso, una volante della Questura di Como è intervenuta in un parcheggio per l'incendio di un´autovettura unitamente a personale dei Vigili del Fuoco. Una volta sul posto, i Vigili del Fuoco provvedono a domare le fiamme, gli operatori della Volante esaminano le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza. L'uomo si era recato a Foggia per le vacanze pasquali: le forze dell'ordine hanno quindi chiesto ausilio ai colleghi della Mobile del posto per il fermo. Dai filmati della sorveglianza emerge che alle ore 12:58 un uomo si avvicina ad un'autovettura e inizia ad armeggiare sulla ruota posteriore destra e dopo essersi chinato si nota la luce di una fiammella provenire dal pneumatico. Nei pressi dell'incendio è stata rinvenuta una candela, parzialmente consumata, all'interno di un recipiente di vetro. Gli agenti l'hanno quindi informata di quanto accaduto e subito è apparsa spaventata e agitata. Da allora, però, era stata vittima di una serie di episodi che l'avevano indotta a modificare le sue abitudini di vita. Non dava peso all'incontro, pensando che abitando vicino Como e facendo spesso visite in ospedale, l'uomo fosse lì per puro caso.

Dopo l'ultimo gesto la donna ha deciso di presentare una denuncia per il reato di atti persecutori nei confronti del vigile del fuoco.

Grazie all'ottima sinergia tra gli uffici operanti, venivano raccolti chiari elementi di prova, sulla base dei quali il GIP presso il Tribunale di Como su richiesta della locale Procura, ha emesso la misura cautelare degli arresti domiciliari.