Vazquez e Ronaldo in coro: "Benatia? Rigore netto", "Proteste ingiustificate"

Vazquez e Ronaldo in coro:

La quasi rimonta dei bianconeri è stata epica e solamente un rigore, molto contestato, di Cristiano Ronaldo allo scadere ha vanificato gli sforzi degli uomini di Allegri. Per l'arbitro è calcio di rigore.

Soddisfatto di essere stato decisivo anche in questa circostanza.

È gelido, Mehdi Benatia, sul rigore assegnato al Real Madrid al 92' che ha eliminato la Juventus dalla Champions League. Prima complimentandosi per la buona prova dei bianconeri, poi successivamente chiarendo alcune situazioni da moviola che non trovavano una comune opinione tra i più esperti.

Il difensore marocchino ha commentato con amarezza l'accaduto: "Quando è arrivato il colpo di testa di Ronaldo ho fatto di tutto per prendere il pallone ed evitare Vazquez, lui però si è lasciato andare e l'arbitro inconsciamente ha dato un rigore che non esiste".

"Hanno ragione! Benatia tocca il pallone con la gamba, non può esserci mai fallo. Ognuno è libero di interpretarle (regola 12, Falli e Scorrettezze)". Il pensiero del giornalista sportivo è chiaro, il fallo c'è e c'è anche un regolamento come lui stesso cita, che chiarisce l'episodio.