Trump in collera con Comey: "Spione e bugiardo"

Trump in collera con Comey:

Il presidente si è anche infuriato nei giorni scorsi poiché l'FBI ha fatto irruzione nell'ufficio e nella casa di Michael Cohen, il suo avvocato personale. È questo il nuovo violento attacco sferrato da James Comey, l'ex direttore dell'Fbi licenziato nel maggio del 2017, contro il presidente degli Stati Uniti. "È stato un mio grande onore licenziarlo!".

Le conseguenze sono state pesanti.

Infine, perché in questi mesi la popolarità e la credibilità di Trump hanno subito alterne fortune, mentre quelle di Comey si sono consolidate e rinforzate, visto che l'ex capo dell'FBI continua a essere universalmente riconosciuto come un serio, affidabile e trasparente investigatore, indigesto solo (guarda un po') a chi è stato oggetto di sue indagini.

Il libro ha causato grande agitazione per Trump. Non è ancora stata trasmessa integralmente, ma ne sono stati diffusi alcuni estratti, tra cui un momento in cui si parla della famigerata golden shower citata nel rapporto Steele, un controverso documento messo insieme da un ex agente segreto britannico e pieno di gravi accuse e insinuazioni sui rapporti tra Trump e la Russia, mai confermate ufficialmente. Comey nel libro scrive che Trump gli chiese di indagare sul presunto video in cui il tycoon veniva ripreso nella camera d'albergo dove alcune prostitute urinavano sul letto dove avevano dormito Barack e Michelle Obama.

"Donald Trump è un bugiardo seriale e tratta le donne come fossero carne". Ma nell'attesa, sta diventando corposa la biblioteca composta dai memoriali e le confessioni di chi con il presidente americano in carica ci ha avuto a che fare.

Alto oltre due metri, Comey racconta come in quel primo incontro Trump gli sembrò "più basso" di quanto avesse immaginato, "con una cravatta troppo lunga e due mezzelune bianche sotto gli occhi che lasciavano capire l'uso di occhialini durante l'abbronzatura".

I tweet di Trump fanno parte di uno sforzo più ampio da parte della Casa Bianca e del Comitato Nazionale Repubblicano per screditare Comey, che ha scritto un dannoso racconto intitolato "A Higher Loyalty", che verrà pubblicato martedì. Trump pretende di avere il totale controllo delle persone che lavorano con lui: "I giuramenti di lealtà".