Torna la paura: scossa 4.6 nel Maceratese

Torna la paura: scossa 4.6 nel Maceratese

Il Sisma è stato avvertito anche nella capitale e lo indica la mappa della percezione elaborata proprio dall'istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

A Pieve Torina sono state invece evacuate quattro famiglie, per i danni riscontrate alle abitazioni. Il sindaco del comune di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, ha dichiarato che ci sono "notevoli ulteriori danni" ma nessun ferito.

La scossa da 4.6 all'alba ha fatto ballare anche questo nuovo appartamento, sono caduti calcinacci e cartongesso.

Nelle due ore successive sono state registrate dalla Sala Sismica Ingv altre 30 scosse d'assestamento, tutte di magnitudo inferiore, tra 1 e 3.5. A Muccia è stato lesionato il campanile della Chiesa del '600 Santa Maria di Varano. Altri ancora hanno trovato qualche sistemazione in giro, spiega il sindaco. L'epicentro si trova nel territorio del comune di Muccia in provincia di Macerata. Secondo gli esperti la zona interessata dai terremoti di questi giorni si è attivata a fine ottobre 2016, quando sono avvenuti alcuni dei più forti eventi sismici della sequenza (magnitudo 5.4, 5.9 e 6.5).

Il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, si è recato sui luoghi del terremoto e ha incontrato i sindaci per fare il punto della situazione. Oltre dieci le repliche, tra cui due di magnitudo 3.5.

Massima allerta nelle Marche nella zona dove è stata registrata la scossa di terremoto. "E' normale che una sequenza che ha mobilitato un volume così grande duri a lungo", ha osservato il presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni. Circolazione che è ripresa alle 9. Intanto però il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui, dopo la scossa 4.7 delle 5:11 di oggi, ha bloccato tutti gli accessi alla zona rossa, "tranne quelli delle ditte specializzate che stanno lavorando". Oggi vertice d'urgenza della Protezione Civile.

Il terremoto appartiene al modello registrato con il forte sisma del Centro Italia nel 2016, e nella zona di Muccia la terra era tornata a tremare con frequenza e intensità già da alcuni giorni. Il campanile a vela dell'edificio seicentesco, stamattina si è parzialmente sbriciolato sotto la spinta della scossa da 4.7 di stamattina.

Notte di paura tra Marche, Umbria e Lazio.