Terremoto nel Maceratese: scossa 4.7 con epicentro a Muccia

Terremoto nel Maceratese: scossa 4.7 con epicentro a Muccia

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.6 è stata registrata alle 5:11 con epicentro a 2 chilometri da Muccia, in provincia di Macerata, e ipocentro a 9 km di profondità.

Tanto che molti di loro hanno poi deciso di uscire di casa per evitare pericoli. Ora sarebbero in corso accertamenti per verificare se vi siano ulteriori danni sulle poche case rimaste agibili in paese: su 920 abitanti, 550 sono sistemati nelle Sae, 120-130 persone stanno in case agibili e il resto è in sistemazione autonoma o da parenti. "Siamo stamani in giro con l'auto della protezione civile per verificare i danni". "Siamo in una situazione difficile, disperata anche per l'esasperazione delle persone".

Quella di questa mattina è la più forte, ma non l'unica scossa di questi giorni. Terremoto, il sindaco di Muccia: "Non ce la facciamo più, impossibile dominare la paura" Dopo il forte sisma del Centro Italia del 2016, nella zona di Muccia la terra era tornata a tremare con frequenza e intensità già da alcuni giorni. Una ventina le persone, tra cui bambini, allontanate dalle abitazioni per rischi di crolli interni dopo l'ultima scossa di magnitudo 4.6 delle 5:11. Si riprendono adesso i sopralluoghi per testare che la tenuta statica degli edifici sia adeguata. Successivamente Gentilucci ha comunicato la chiusura delle scuole. Per sicurezza però è stato chiuso tutto. "Dobbiamo ricominciare tutte le verifiche". Il primo cittadino Alessandro Gentilucci ha spiegato a Rainews24 che "la popolazione è molto provata". La mia preoccupazione è che sulla ricostruzione privata possa passare la voglia. Ci saranno ulteriori controlli in mattinata.

"Da un mese - ha proseguito Doglioni - ha iniziato a mobilizzarsi la zona che si trova nel margine settentrionale del volume che si è attivato il 24 agosto 2016". "Mi sembra che questo fenomeno sismico stia andando a crescere, non a diminuire". E con il senno di poi, oggi dico che è stato giusto così. "E' uno stillicidio contino, che ci sta snervando e che non si ferma: le scosse si ripetono da svariati giorni, anche con un'escalation nell'intensità".

Ma gli esperti non sono sorpresi. "Il boato, il terreno che si solleva, nuovi crolli".

A fine febbraio la zona era stata interessata da un importante sciame sismico, con scosse di 3.8 di magnitudo percepite chiaramente a Udine e nel Pordenonese.

Un terremoto di magnitudo 2.6 sulla scala Richter si è verificato alle 00:48 di oggi, sabato 7 aprile 2018, a pochi km da Muccia, in provincia di Macerata.

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.