Terremoto di magnitudo 4.6 nel Maceratese. Nessun ferito dimensione font +

Terremoto di magnitudo 4.6 nel Maceratese. Nessun ferito dimensione font +

48 ore di terrore ritornato nelle zone già devastate dal terremoto nel 2016: anche questa notte e questa prima mattina lo sciame sismico in corso tra Macerata e Ascoli Piceno ha spaventato la popolazione dopo la fortissima scossa avvenuta due giorni fa con grado M 4.6 sulla scala Richter. Lo riporta l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Una scossa di intensità moderata è stata registrata anche in Toscana, in provincia di Grosseto.

Alle 2.00 di oggi, mercoledì 11 aprile, una scossa di magnitudo 3.4 è stata registrata a 2 km da Pieve Torina e a 3 km da Muccia, con ipocentro a 5 km di profondità. Almeno 85mila i terremoti rilevati da allora, alcuni innocui altri, come quello di ieri, no. Il Maceratese è il cratere d'Italia: è stato classificato Zona 1, e cioè la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti sisma. Colpito anche il Grossetano con una forte scossa di magnitudo 3.3 registrata a 8 chilometri di profondità alle 6.41, a Monterotondo Marittimo. Epicentro localizzato nel mar Ionio, a circa 23 km dalla costa calabrese meridionale in corrispondenza di Condofuri Marina e Marina di San Lorenzo. "È ancora in atto la sequenza iniziata due anni fa - ha spiegato la sismologa -".

Italia 'svegliata' da nuove scosse di terremoto. Molti, poi, sono ancora i problemi da risolvere, sia in termini di sistemazione degli sfollati, in molti ancora non hanno ricevuto una casetta, sia in termini di ripristino e sistemazione delle città e dei paesi terremotati. La maggior parte si verificano nella zona del maceratese e ormai stanno suscitando sempre più preoccupazione tra i residenti.