Spaccio di droga "a domicilio", 3 tassisti genovesi agli arresti domiciliari

Spaccio di droga

Sono in corso accertamenti per stabilire la provenienza della droga e delle armi.

Un bar in particolare è stato scelto in quanto già oggetto di attenzioni investigative. Grazie al fiuto del cane sono stati rinvenuti circa 40 grammi di cocaina, alcune dosi di marijuana, materiale per il confezionamento e 420 euro in contanti, ritenuti provento di spaccio.

Entrambi i giovani sono stati arrestati e su disposizione del P.M. di turno, presso la Procura della Repubblica di Taranto e per i Minorenni del capoluogo jonico, tradotti il 20enne presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, mentre il 17enne veniva accompagnato presso il centro di prima accoglienza per minorenni di Lecce.

Arrestato a Pontedera un trentottenne di Campi Bisenzio che deteneva, fra le mura domestiche, un vero e proprio bazar della droga.

Inevitabile l'arresto di Fuiano, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, condotto dagli agenti alla Casa Circondariale di Poggioreale. "L'attività di costante monitoraggio da parte delle forze dell'ordine è strategica, e fondamentale per restituire ai cittadini del centro storico e del ponente un senso di sicurezza legato alla lotta alla droga e alla criminalità".

In questi anni le vere attività di Francesco Talò, 38 anni, secondo i carabinieri, erano rimaste sommerse anche se un lavoro stabile non lo aveva e raccontava di fare il pr per discoteche piuttosto conosciute.