Raikkonen e Vettel sorridono Ma è solo venerdi, sottolineano

Raikkonen e Vettel sorridono Ma è solo venerdi, sottolineano

Il quattro volte campione del mondo, rispondendo ad una domanda sulla competitività della Ferrari, ha affermato che la Rossa è vicina alla Mercedes. In data odierna, sono in programma le prime due sessioni di prove libere.

Avrà bluffato un po' Ricciardo, forse scarico di benzina, sicuramente con gomme soft nel suo giro più veloce sulla pista del Shakir.

In chiusura di un giorno che ha visto un Lewis Hamilton totalmente anonimo, va sottolineato che le Rosse sono state le uniche a scendere sotto il muro dell'1'30. Più indietro bene Leclerc che sta prendendo sempre più confidenza con la sua Sauber Alfa Romeo C37 mentre chiudono desolatamente lo schieramento le due Williams, in crisi nera, anzi nerissima. In occasione della prima corsa, disputata a Melbourne, c'è stata l'incredibile vittoria di #Sebastian Vettel. Dopo un paio di tornate molto rapide, i tempi per entrambi i piloti si sono attestati tra 1.36 medio/basso. Ai piedi del podio la seconda Ferrari, quella di Kimi Raikkonen. Nei longrun possiamo fare di meglio, quindi vedremo come andrà domani.Abbiamo fatto qualche errore qua e là, ma abbiamo cercato ditrovare il giusto ritmo per le qualifiche.

Degno di nota l'arrivo di un nuovo fondo e di alcune parti aerodinamiche, tra le PL1 e PL2, in casa Ferrari. Siamo ancora agli inizi di una lunga stagione e sono ancora molte le cose che dobbiamo imparare da questa macchina. Il terzo miglior crono nelle libere 1 e il primo nelle 2 del Bahrain non lo hanno gasato più di tanto, anzi è apparso abbastanza contrariato per l'episodio accaduto nei minuti finali quando per un dado fissato male ha dovuto parcheggiare a bordo pista.

Nel ring delle interviste il finlandese ha detto:"Sono soddisfatto di questa giornata anche se è soltanto venerdì". Servirà altro per lottare con Mercedes e Ferrari, ma ci sono tutte le potenzialità.

Quello dell'affidabilità è un problema che preoccupa un po' tutti i team, come testimoniato dalle ampie modifiche ai cofani motore per aiutare l'evacuazione del calore ed il raffreddamento delle power unit e dei sistemi frenanti, molto sollecitati sul circuito di Sakhir.

Ecco le sue parole.