Probabili formazioni Roma-Fiorentina: non c'è Perotti, Defrel parte dall'inizio

Probabili formazioni Roma-Fiorentina: non c'è Perotti, Defrel parte dall'inizio

Non ci sarà invece Perotti, che dopo aver dato forfait ieri sarà costretto a guardare dalla tribuna anche il match di dopodomani. Ecco le parole del tecnico. Dobbiamo preparare Fiorentina, Barcellona e derby al meglio.

Non è potuto essere a Barcellona per via di un attacco influenzale, ma all'Olimpico ci sarà. "Sentiva troppo fastidio nell'ultimo allenamento prima dei blaugrana per scendere in campo". I dati sono inconfutabili, dobbiamo migliorare il rapporto occasioni-gol fatti. Giocherà titolare Defrel. Florenzi?

La Roma di Di Francesco. Stiamo crescendo dal punto di vista della mentalità ma non basta.

"Ci sarà tempo per parlarne, intanto dobbiamo migliorare visto che ci sono tante partite importanti ancora da disputare. Ci sono stati errori più che altro individuali che hanno condizionato la gara".

"Tutto questo deve essere confortato da Bruno Peres, è la base". Averlo fatto giocare mercoledì è significativo ed è stato forse il migliore per interpretazione della gara. Non meritavamo quel passivo ma dobbiamo andare avanti.

" Il presidente era contento per il gioco ma non era contento per il risultato". Non abbiamo parlato di altre situazioni. Parleremo alla fine di tutto. "Non deve esserci il contraccolpo psicologico, ma dobbiamo far tesoro di quello che è successo a Barcellona".

"Quando allenavo il Sassuolo e facevo grandi partite con le grandi dicevano che non erano in giornata". Fate voi, io rispetto tutti i giudizi. Dobbiamo anche dare merito a chi sta dall'altra parte e toglie possibilità a Messi. Prima dell'infortunio, tra i giallorossi era probabilmente l'uomo più in forma.

La gara di domani è più importante di quella di martedì? Quella dopo è importante per crederci e andarsi a riprendere tante cose per strada. Abbiamo già fatto un pizzico di errore, questo ambiente l'ha fatto, col Bologna: tutti ci massacrano perché abbiamo fatto male, ma dovevamo pensare al Barcellona.

"E' ancora presto per Rick, non ci sono tempi di recupero definitivi". Lasciamo tranquillo Patrik, ha subito la grande attenzione nei suoi confronti. Bisogna saper prendere le critiche e saper crescere. SI è avvicinata alla Roma che voglio, ma una partita persa 4-1 non può essere un esempio dal cui ripartire. Non è detto che giochi, se dovesse giocare non gli metterei gli occhi addosso.