Pirlo su Real-Juventus: "Rigore? Un arbitro furbo non l'avrebbe dato. Buffon…"

Pirlo su Real-Juventus:

Andrea Pirlo, amargine della presentazione de 'La Notte del Maestro', la suapartita di addio al calcio che si disputerà a San Siro ilprossimo 21 maggio, commenta così il finale incandescente diReal-Juve, con il rigore assegnato ai madridisti moltocontestato dai bianconeri. "Gigi a caldo avrà anche esagerato a parlare di crimine contro l'umanità sportiva ma va capito", lo difende l'ex compagno. "Era la sua ultima partita in Champions League e sperava di vincerla. Un rigore così dubbio dopo aver fatto una partita del genere al Santiago Bernabeu fa saltare i nervi". Purtroppo in Champions League quando perdi la prima partita è sempre difficile recuperare, ma ieri la Juve avrebbe potuto giocarsi i supplementari meglio del Real con due sostituzioni in più. "Io sarei andato fuori di testa". E dopo? "Andrò in vacanza - la chiosa di Pirlo a proposito del suo futuro - Avrò tempo per decidere, non ho fretta di pensare a cosa fare".

JUVENTUS-MILAN COPPA ITALIA - Pirlo parla anche della finale di Coppa Italia, non sbilanciandosi sull'esito finale ma complimentandosi con Gattuso: "Mi aspetto una grande partita in Coppa Italia, Gattuso sta dimostrando di aver riportato il Milan in alto: sono l'ambasciatore della Coppa quest'anno, non posso tifare per nessuno". Per chi tiferò in quell'occasione?

Stadio Olimpico di Roma Nella foto: Marco Materazzi, Antonio Cassano, Paolo Maldini, Francesco Totti, Andrea Pirlo. Al Milan sono stati dieci anni fantastici, irripetibili, mi hanno fatto diventare un calciatore importante, mi hanno fatto divertire stando in una famiglia.

Se la Juventus è uscita dalla competizione in maniera a dir poco rocambolesca, la Roma è riuscita a rimontare il Barça altrettanto follemente. Dove può arrivare la Roma? "Le squadre per la partita di addio non sono ancora state fatte, ma ci saranno tutti, dal Brescia al New York City".