Nuovo governo, Salvini: "Mai con Pd, il M5s rispetti il voto"

Nuovo governo, Salvini:

Non ci stupiremmo se il Pd ci chiedesse un'alleanza di governo ma i cittadini stiano pure tranquilli, che non accetteremmo mai tale proposta: "la coerenza, la credibilità sono valori imprescindibili per la Lega".

Matteo Salvini ha rifiutato l'offerta senza appello: "Io dialogo con tutti, ma l'unico punto fermo è che con il Pd non si può fare nulla". Lo dichiara il senatore renziano Dario Parrini, commentando l'intervista del ministro Carlo Calenda su "La Repubblica" in cui si prospetta un governo istituzionale con l'appoggio del Pd. A Calenda dico, mamma mia! "Un governo con chi ha approvato la Fornero o vuole gli immigrati che cosa potrebbe fare?", ha replicato Salvini. "Mai più", ha scritto su Facebook il leader della Lega, postando le foto della sua visita nella città molisana, dove ha deposto una corona di fiori in memoria delle vittime del terremoto del 2002.

La Lega Umbria dopo la recente presa di posizione del PD di Umbertide che ha detto no alla moschea, interviene sottolineandone la poca credibilità visto che proprio grazie al PD ad Umbertide sorgerà la seconda mosche più grande d'Italia.

Il Movimento 5 Stelle rispetti il voto del 4 marzo. "Come io dico che non esistono partiti pericolosi o elettori pericolosi chiedo che tutti gli altri facciano lo stesso", aggiunge.

"Ogni voto conta: noi pensiamo che da queste regionali possa venire un segnale nazionale di chiarezza e di cambiamento", ha sostenuto ancora Salvini. A Di Maio, secondo il quale il voto non ha valenza nazionale, risponde: "Mette le mani avanti".

Tornando alle grandi manovre, la proposta di Calenda è stata bocciata anche da alcuni esponenti del Pd. Uno su tutti, Sandro Gozi (pattuglia renziana), "Nessun punto d'incontro possibile tra M5S, Lega e Pd su politica economica, diritti civili, né sul ruolo dell'Italia in Europa e nel mondo".

E anche la ministra della Difesa Roberta Pinotti si dissocia dal collega: "No al Pd sull'Aventino, ma è presto per un governo di transizione", afferma a Circo Massimo su Radio Capital.