Morbillo: Tavolo tecnico in Sicilia, Piano straordinario sui vaccini

Morbillo: Tavolo tecnico in Sicilia, Piano straordinario sui vaccini

"Ci stiamo concentrando soprattutto sulle vaccinazioni".

L'assessore regionale alla Salute è intervenuto dopo la morte del bimbo di 10 mesi a Catania, quarto caso di decesso dal dicembre scorso. Oltre ai responsabili del servizio di prevenzione delle nove Asp, vi prenderanno parte, tra gli altri, il dirigente generale per le Attività sanitarie, il dirigente del Servizio epidemiologia, il dirigente del Servizio emergenza e urgenza e il referente per il Biocontenimento e la Sicurezza sanitaria regionale.

"Stiamo adottando un piano straordinario - ha spiegato - che consenta di smaltire i tempi di attesa delle liste per le vaccinazioni e stiamo prevedendo anche di aumentare il numero dei vaccinatori in tutta la Sicilia". Nei prossimi giorni l'assessorato darà notizia del decreto. In questo momento si sta verificando quasi una trasformazione del morbillo, che diventa sempre meno una malattia pediatrica, per la presenza di una vaccinazione obbligatoria e sempre più una malattia che coinvolge fasce generazionali diverse. "La vaccinazione serve a questo, e per questa ragione stiamo pensando di estendere l'esenzione per la vaccinazione anche a fasce generazionali più adulte". E adesso ci sono due casi di morbillo collegati ad altre patologie e che sono ritenuti per questo seri. "Si tratta di fornire giuste linee guida e differenziare i pazienti che devono essere ricoverati e confinati da quelli che possono essere affidati ai medici di famiglia". La riunione si terra' alle 15.30 presso la sede dell'Assessorato regionale alla Salute. "La legge - ha aggiunto Razza - prevede già uno screening e una vaccinazione obbligatoria per il personale che lavora nelle scuole e ho chiesto a tutte le Asp di verificare che si sia realizzato".