Molinette, trapiantati reni da donatore in dialisi

Molinette, trapiantati reni da donatore in dialisi

É un trapianto di reni che ha dell'incredibile quello effettuato dall'equipe medica dell'ospedale Molinette di Torino.

Il donatore aveva una patologia congenita e le sue condizioni erano peggiorate mentre era in rianimazione: i suoi reni si sono "spenti" tanto da necessitare la dialisi per diversi giorni. Dopo il trapianto, tecnicamente riuscito, la ricevente, una signora di 60 anni in dialisi dal 2013 per nefropatia per calcolosi, è stata seguita presso la Terapia intensiva della Nefrologia del professor Biancone con terapie farmacologiche particolari, volte a favorire la ripresa del rene trapiantato. Per salvarle la vita si è deciso di ricorrere al trapianto di rene, che come si sa costringe a lunghe liste di attesa. Grazie all'utilizzo della macchina, è stato possibile rivitalizzare i reni e rimetterli nella condizione di poter essere trapiantati. La donna ha ripreso a urinare dopo qualche giorno e a distanza di due settimane ha un'ottima funzione renale. L'intervento è stato eseguito all'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino due settimane fa.

"Dare l'ok al trapianto di quei reni è stato un atto corale di grande responsabilità medica. Quella notte abbiamo ragionato insieme in maniera approfondita prima di eseguire l'intervento e la strategia adottata si è dimostrata un successo". Anche il secondo rene del donatore dializzato è stato utilizzato, ma a Novara, dove è stato inviato tempestivamente e trapiantato con successo.