Milan-Napoli 0-0, partita equilibrata e incredibile Donnarumma nel finale

Dopo un paio di minuti occasione buona per Mertens che spara addosso a Donnarumma.

Un primo tempo molto combattuto tra le due squadre. A parte queste due chances, non ci sono vere e proprie azioni da gol, si costruiscono potenzialmente da una parte e dall'altra ma manca sempre l'ultimo passaggio o la lucidità giusta per sbloccare il risultato. Ancora Reina è stato invece decisivo (39') sul destro dalla distanza di Calhanoglu, respinto con il corpo e ottimi riflessi dallo spagnolo, che si è presentato nel modo migliore ai suoi prossimi tifosi.

In pieno recupero è proprio Milik ad avere tra i piedi il pallone buono per mandare in paradiso il Napoli ma la risposta di Donnarumma, di puro istinto, è da autentico fuoriclasse.

Nella ripresa meglio il Napoli che prova a premere con maggiore insistenza e vivacità. I rossoneri sono compatti dietro e le linee di passaggio vengono spesso intercettate dalla mediana. Il Napoli ha confermato pure a San Siro di non essere più la squadra spumeggiante che aveva comandato a lungo la classifica e non è riuscito a andare oltre il pareggio senza reti contro il Milan, apparso a sua volta poco brillante. Nel finale il Milan guadagna campo ma è Milik ad avere l'occasione più ghiotta di tutta la partita. Subito prima, però, c'era stata nel recupero e a sorpresa la palla gol più clamorosa del pomeriggio, con il tiro di Milik a colpo sicuro respinto con una prodezza da Donnarumma. Una parata che potrebbe restare uno dei momenti clou del film del campionato.

NAPOLI: Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaij; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Zapata, Musacchio, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura (35' st Locatelli); Suso, Kalinic (25' st Andrè Silva), Calhanoglu. A disposizione: Sepe, Rafael, Chiriches, Tonelli, Milic, Diawara, Machach, Ounas.

NOTE: Ammoniti: Zapata (M), Locatelli (M), Hysaj (N), Koulibaly (N).