Milan, Gattuso: "Belotti attaccante completo e ragazzo per bene. Dopo Shevchenko è…"

Resta dunque ben solida la difesa a quattro con Donnnarumma o Reina (questo sarà la società a deciderlo) tra i pali; Bonucci e Romagnoli pilastri al centro e la possibilità di dirottare Davide Calabria, apprezzatissimo da tifosi e staff tecnico sulla corsia di sinistra lasciando così il lato opposto nelle mani di Andrea Conti quando sarà totalmente recuperato. Ho sempre detto che era quello che mi aveva sorpreso di più dopo Shevchenko, su 30tiri in porta 28 trova lo specchio della porta, quando colpisce di testa è incredibile quanto sta in alto. Gli sto chiedendo tante cose nuove e ci sta provando, deve pensare ad entrare in area e far male. "Stiamo facendo dei lavori per migliorare la brillantezza dei giocatori".

Suso venduto: "Combatteremo e faremo di tutto per convincerlo a rimanere, ad ora non abbiamo questa problematica". Poi ha aggiunto: "La preoccupazione mia è che non voglio sentir parlare di stanchezza".

NUOVO RUOLO ALLA PIRLO - "E' uno che potrebbe giocare 'alla Pirlo'". Ma possiamo fare tante cose, anche Suso può agire da mezza punta. Rodriguez sono un po' di gare che mostra grande personalità palla al piede. Se eravamo tranquilli si potevano fare tantissime cose. Poi qualche parola di conforto a Kalinic, beccato domenica pomeriggio dal pubblico di San Siro: "Ha fatto 5-6 movimenti da giocatore vero, non siamo stati bravi ad aiutarlo". Nella mente del tecnico calabrese ci sarebbe proprio lo spostamento del turco davanti alla difesa per dare alla manovra rossonera un ventaglio di scelte ben più ampio, avanzando magari Biglia a mezzala e mantenendo la muscolarità di Kessié a protezione dei due più fragili ma tecnici compagni di reparto. Il problema è che non dobbiamo accontentarci delle buone prestazioni: "per diventare una squadra importante serve continuità e non accontentarci mai", sottolinea Gattuso. "Il mercato lo faranno Fassone e Mirabelli, io sono contento della mia squadra, dei miei giocatori, che reputo i più forti al mondo". "Non vi aspettate rivoluzioni con l'acquisto di 20 calciatori". C'è da blindare il sesto posto, che vorrebbe dire almeno Europa League, e provare a sfilare la coppa Italia alla Juventus nella finale del prossimo 9 maggio.