Macron: lottare fino alla fine contro il terrorismo in Siria

Macron: lottare fino alla fine contro il terrorismo in Siria

Secondo la responsabile, intervenuta a una conferenza stampa, la Russia non vuole "una escalation".

"Abbiamo la prova che la settimana scorsa sono state utilizzate armi chimiche in Siria da parte del regime": lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, intervistato in diretta da TF1. Quanto ai tempi di un eventuale intervento, il capo dell'Eliseo si è limitato ad affermare: "Ci sono decisioni che prenderemo quando lo riterremo più utile ed efficace". Ma non parteciperà agli scontri "Una soluzione stabile e duratura per la Siria potrà venire lavorando per la pace e dando spazio alle Nazioni Unite, a Staffan de Mistura e ai tavoli negoziali perchè non si perda la speranza" ha dichiarato il premier dopo il colloquio con i ministri degli Esteri e della Difesa.

Il presidente siriano Bashar al Assad dalla tv di Stato dopo un incontro ufficiale al palazzo presidenziale di Damasco, ha affermato invece che le minacce occidentali alla Siria rientrano nel piano di screditare la lotta al terrorismo compiuta dal governo siriano e dai suoi alleati, Russia e Iran: "Ogni volta che si compiono dei successi militari sul terreno, arrivano alcune potenze occidentali che cercano di cambiare gli eventi".

Non ho mai detto quando un attacco alla Siria avrebbe avuto luogo. Potrebbe accadere molto presto o al contrario non così presto. Il presidente degli Usa aggiunge: "Ad ogni modo, con la mia amministrazione, gli Stati Uniti hanno fatto un grande lavoro per eliminare lo Stato islamico dalla regione". Dov'è il nostro "Thank you America?" Non ci aiuta, a questo proposito, l'attuale congiuntura politica che ci vede con un governo in carica a trazione ridotta e con gli aspiranti nuovi reggitori dei nostri destini apparentemente concentrati più sulle alleanze da ottenere, sui vitalizi da tagliare e sulle linee del filobus da utilizzare per recarsi in Parlamento che sul vulcano che potrebbe esploderci sotto i piedi. Tra il rincorrersi delle dichiarazioni e delle controrisposte gli analisti internazionali come pubblicato oggi da Bloomberg hanno già osservato che gli avvertimenti dei lanci di missili intelligenti tramite la Twit-Diplomacy di Trump, hanno generato una caduta ai minimi del rublo sui mercati valutari paragonabile a sedici mesi fa, e allo stesso tempo un aumento della domanda di petrolio, che permetterebbe al Ministero delle Finanze di Mosca di incamerare in previsione maggiori entrate da investire nell'ammodernamento militare della Federazione Russa.

Un attacco alla #Siria da parte delle forze combinate di Stati Uniti, Regno Unito e Francia sarebbe assolutamente pretestuoso e pericoloso. L'Onu chiede di "evitare che la situazione diventi incontrollabile".