La vergogna, da Buffon e Benatia a Chiellini

La vergogna, da Buffon e Benatia a Chiellini

Mi faccia capire signor Buffon, se non avesse dato il rigore, penalizzando così il Real Madrid, l'arbitro era un benefattore, mentre per aver fatto il suo dovere merita un'offesa simile?

L'argomento del giorno è l'eliminazione della Juventus dalla Champions League dopo aver pareggiato i conti dell'andata con il Real e definita da un rigore assegnato a Cristiano Ronaldo e compagni, un rigore che ha reso vana la rimonta bianconera e mandato su tutte le furie il capitano juventino, Gigi Buffon. La condizione fisica può incidere più che leliminazione”. Ma la faccia, caro il mio Gigi, te l'eri già sporcata in passato: quando tu quindi parli, a mo' di libro cuore, di "bidone dell'immondizia al posto del cuore", pensa a cosa avevi tu quando il pallone di Muntari aveva varcato nettamente la linea in quel famoso Milan-Juve del 25 febbraio del 2012. Quando vedevo la Juve vincere dicevo: 'Sì, ma la Juve non gioca bene. La dirigenza è soddisfatta, in avanti ci saranno nuovi acquisti ma Mandzukic mantiene ottima considerazione dalle parti di Vinovo; non avrà più garanzie di essere titolare, come d'altronde quest'anno, ma sarà lui il padrone del proprio destino. Un altro pessimo episodio che il difensore però non rimpiange.

Meglio tardi che mai, perché gli "Aiutini sono l'alibi per chi non vince", giusto? Tutti all'attacco, tutti contro il VAR. Il delegato Uefa ha visto, ma il regolamento non aiuta in questi casi. Troppo comodo portare ora l'acqua al tuo mulino caro Agnelli, anche se c'è da dire che un detto non sbaglia mai: solo gli stupidi non cambiano mai idea.