Juventus-Milan, sprangata contro pulmino rossonero: arrestati due tifosi bianconeri

I fischi a Bonucci dello Stadium sono lo specchio dell'attuale società contemporanea che dimentica tutto rapidamente.

Due tifosi della Juventus sono stati denunciati nella serata di ieri per il danneggiamento di un pulmino del Milan. Game, set, match. E un +4 che, a otto giornate dalla fine del campionato, iniziano a diventare pesanti per le speranze del Napoli.

Sui moduli: "Non è un discorso di moduli, nella Juve la differenza la fanno i giocatori: Higuain, Dybala, Costa, Cuadrado..."

Milan (4-3-3): Donnarumma G. La sua velocità crea superiorità numerica, è lucido nel servire a Khedira l'assist del 3-1.

Bonucci non basta: 3-1 Juve, Milan KO!

Al 7'primo squillo dei padroni di casa con Higuain che spara da fuori costringendo il portiere avversario ad una respinta con la mano. Bella verticalizzazione centrale di Pjanic che pesca Dybala. Nulla da fare per Donnarumma! Dispiace non aver concretizzato meglio le occasioni che abbiamo avute. Il Milan continua a giocare con personalità: al 52° occasione per Suso, che ci prova con il suo classico tiro a giro: blocca Buffon.

Venti minuti sul cronometro. Non abbiamo la loro fisicità, abbiamo giocato in campo aperto un po' di volte, con passaggi diversi poteva essere una gara diversa, siamo lontani, dalla Juve, a livello fisico.

Il Milan c'è e lo dimostra al 28' agguantando il pareggio.

Al termine del match, ai microfoni di Premium Sport, Bonucci ha spiegato i motivi della sua esultanza. BONUCCI, proprio lui. Una rosa, quella juventina, senza eguali in Italia.

Si inaspriscono gli animi dei ventidue in campo.

MODULO - "Sono partito così per fare una partita più equilibrata nel primo tempo e poi forzare nella ripresa".

Il +4 sul Napoli avvicina allo scudetto, ma Juan Cuadrado, rientrato con un gol dopo oltre tre mesi, è prudente: "Dobbiamo stare tranquilli, non abbiamo fatto niente, manca tantissimo e il campionato resta equilibrato".

Al 65' cambio anche nei rossoneri. Cambio anche per Gattuso: esce André Silva ed entra, a sorpresa, Kalinic.

E' il 70' quando Bonaventura spedisce alto da posizione defilata. Al 72′ fallo di Biglia al limite dell'area, ma la punizione di Pjanic si spegne sopra la traversa.

Il finale di partita è di sola Juve. Passano due minuti e i bianconeri passano in vantaggio: cross dalla sinistra di Khedira e colpo di testa preciso di Cuadrado, con la palla che si insacca all'angolino.