Iachini: Con Gattuso il Milan ha trovato organizzazione e qualità

Iachini: Con Gattuso il Milan ha trovato organizzazione e qualità

Rino Gattuso non si smentisce mai. "Ora sento ancora di più la pressione - ha spiegato -. Mi aspetto che ognuno dia il proprio apporto quando viene chiamato in causa".

Se ripensiamo al Gattuso giocatore ci viene in mente l'immagine di un calciatore tenace, combattente, forse non perfetto tecnicamente ma sempre l'ultimo a mollare.

"Dobbiamo portare rispetto per il Sassuolo". Dopo la conferenza stampa di Gattuso non sono emerse indiscrezioni da parte sua relativamente al probabile 11 rossonero che sfiderà i neroverdi. Dobbiamo stare attenti, avremo il pallino del gioco in mano ma il Sassuolo va in verticale sistematicamente. Donnarumma può fare molto di più, ha fatto già cose importanti e ci ha abituati bene: al di là di qualche errore in fase di impostazione, come nel derby e ci sta se tocchi palla 70-80 volte, c'è grande stima e rispetto per lui. "Vorrei innanzitutto che la mia squadra facesse la sua partita, poi sappiamo che l'avversario ha qualità e organizzazione, serviranno attenzione ai dettagli e ricerca del gol, non possiamo pensare di andare a San Siro a fare lo 0-0 perché il Milan ha giocatori che possono sbloccare la partita da un momento all'altro".

"Il rinnovo? Sono più incazzoso di prima, ho più voglia di prima". Nel calcio basta poco. So che qui bastano tre partite per essere tagliati fuori e non voglio che questo accada. I ragazzi che ho sono i migliori, poi sarà la società a capire e valutare. La Fiorentina sta facendo bene. Davanti a Donnarumma giocheranno come al solito Bonucci e Alessio Romagnoli, e non cambiano nemmeno le corsie laterali con Calabria schierato a destra e Ricardo Rodriguez che occupa l'esterno sinistro; in mediana dovremmo avere come di consueto Kessie e Bonaventura, che sono di fatto insostituibili; un'alternativa potrebbe essere quella che abbiamo visto nel finale della partita contro l'Inter, ovvero l'arretramento di Calhanoglu sulla linea di centrocampo e l'inserimento di Borini come esterno nel tridente. Vi chiedete se abbiamo mollato, ma ci stiamo giocando tanto, abbiamo tanti obiettivi.