Governo,Salvini: "Aspetto la telenovela M5s-Pd. Non chiudo la porta a Di Maio"

"Voglio dare un Governo agli italiani e a questo Paese, e voglio farlo in fretta testardamente e coerentemente", ha esordito davanti ai microfoni, il leader del Carroccio Salvini.

"Io non chiudo la porta in faccia a nessuno, spero che la telenovela tra Renzi e Di Maio non duri troppo e secondo me sarebbe un governo irrispettoso per gli italiani". E conclude: "un governo senza il centrodestra e la Lega sarebbe un governo che non rappresenta gli italiani". "Quando avranno finito l'amoreggiamento, se gli andasse male come penso, io ci sono". "Lo ringrazio però sono in grado di difendermi da solo". Ritornando sugli epiteti choc di Silvio Berlusconi verso i Cinquestelle durante le celebrazioni del 25 aprile ("Mi hanno detto che davanti ai 5Stelle la gente si sente come gli ebrei davanti a Hitler", ndr), ha dichiarato sibillino di farsi da "garante che qualcuno nel centrodestra la smetta di insultare e di parlare così" per poter "cominciare a lavorare, da subito".

Nel pomeriggio, mentre Fico riferiva al presidente Mattarella l'esito del suo incarico esplorativo, parlando di dialogo avviato tra grillini e dem, Salvini lasciava la Camera e commentava coi cronisti: "In questo momento stiamo parlando del surreale, che è questo raccapricciante governo M5S-Pd. Quando avranno finito questa presa in giro nei confronti degli italiani, perché di questo si tratta, io ci sono". Poi Salvini si concede una gag col finto Vespa di 'Striscia la notizia'.