F1, GP Azerbaijan 2018: Ferrari e Mercedes, le novità tecniche a Baku

Parlando di prestazioni, è stata la Ferrari quella che in Cina ha sorpreso e dove in qualifica ha saputo staccare i rivali in maniera netta.

L'obiettivo del tedesco è ripartire al meglio dopo Shanghai: "L'incidente con Verstappen è dimenticato, ho apprezzato che sia venuto a scusarsi".

Cosa si aspetta da Vettel? È probabile che questo fattore possa accentuarsi con temperature più basse.

Le squadre dovranno fare i conti con le possibili folate di vento molto forti che potranno disturbare non poco il bilanciamento aerodinamico della monoposto, mentre il raffreddamento non sarà un problema per l'elevata velocità media, per cui vedremo pance molto chiuse a favore dell'efficienza.

Hamilton si è visto poco finora, quali i motivi? Sul circuito di Monza la sfida si riaccende a partire dal 27 aprile con le prove libere fino a domenica 29 aprile, al termine del Gran Prix. Certo il primo pit non è stato fantastico, perché abbiamo perso la posizione, abbiamo sottovalutato il potenziale dell'undercut. L'importante è non commettere gli stessi errori.

Secondo i rumors, l'australiano avrebbe firmato un pre-contratto con la scuderia del Cavallino per la stagione 2019, ma al momento l'interessato ha smentito categoricamente questa iliazione, ammettendo di non voler fare "il secondo pilota". "I punti sono questi ora". "Ma è un pilota bravo, ha appena vinto in Cina". Lo zampino ce l'ha messo anche Verstappen che ha danneggiato la vettura della prima guida Ferrari costringendolo a un anonimo quinto posto. Il futuro lo vede da qualche altra parte viste le qualita' che sta dimostrando da tempo, anche se Ricciardo garantisce che andra' dove potra' lottare per il titolo e giura comunque amore alla Red Bull pur lasciandosi il diritto di poter valutare altre offerte. "Devi chiederti cosa è successo". L'interessato ha risposto in maniera molto ironica, facendo supporre il fatto che lui non ne sappia nulla...:"Ah, c'è un comando?" Entrambe le case si sono dimostrate tranquille e sicure della propria conformità ai regolamenti; resta tuttavia ancora da chiarire quale saranno le conseguenze dei motorizzati Ferrari e Renault in pista già da questo weekend. Essere leader della classifica non garantisce nulla, visto che c'è molto equilibrio. I protagonisti del Circus si sfideranno nel circuito cittadino di Baku, che inizieranno a testare venerdì con le due sessioni di provelibere, una in programma alle 11.00 e l'altra alle 15. Soprattutto dopo le polemiche vicende sollevate in settimana proprio dai tedeschi nei confronti della FIA riguardo alle alterazioni dei soffiaggi degli scarichi sfruttati dalle centraline Ferrari e Renault per incrementare l'efficienza aerodinamica delle proprie vetture.