Diritti Tv, Mediapro nodo da sciogliere: due sono le opzioni

Diritti Tv, Mediapro nodo da sciogliere: due sono le opzioni

La vera trattativa per i diritti tv del calcio dal 2018 al 2021 è probabilmente cominciata. Ovviamente, però, l'accordo commerciale siglato venerdì scorso da Sky e Mediaset per la valorizzazione dei contenuti e dei canali Premium attraverso l'emittente satellitare può essere un deterrente per la vendita degli stessi diritti tv.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il presidente di Mediapro, Jaume Roures ha incontrato i due broadcaster in separate sedi, nel quale avrebbe dato i dettagli della vendita dei pacchetti. La mossa sicuramente non é piaciuta al duo Sky-Mediaset che ha annunciato subito una serie di richieste contrarie contro la detentrice del pacchetto dei diritti tv.

Ma non è tutto, perchè stesso nella giornata di ieri, e per la precisione nel primo pomeriggio, Roures ha incontrato a Cologno Monzese i vertici della compagnia della famiglia Berlusconi, per poi recarsi a Rogoredo per fare lo stesso con Sky.

Ancora da risolvere la questione dei diritti Tv, Mediapro resta ferma nelle sue posizioni. E sono alla finestra gli operatori, quelli tradizionali, come le telefoniche e gli Ott, che trasmettono in demand su Internet.

C'è da dire, ad onor di cronaca, che questo accordo tra Sky e Mediaset non riguarda il tema calcio. Un'intesa che "le autorità dovranno esaminare attentamente per evitare che dia luogo a una concentrazione ancora maggiore rispetto all'esistente", secondo Amos Genish, ad del gruppo telefonico Tim, che alla Stampa ha confermato l'interesse per la Serie A: "Il grosso della pay-tv gira intorno al pallone".