Di Francesco: "Il derby vale doppio, serve la motivazione della Champions"

Di Francesco:

I giallorossi giocheranno le semifinali contro il Liverpool. Ben venga la gara con la Lazio, perche' solitamente questa e' una partita che si prepara da sola dal punto di vista delle motivazioni. La squadra di Eusebio Di Francesco ha compiuto un miracolo in settimana eliminando il Barcellona in Champions League al termine di una partita fantastica. Ha un valore doppio. "È tutto inutile se non si gioca con determinazione, cattiveria e un atteggiamento corretto".

"Non lo dico: lui o Under, uno dei due ci sarà".

Ha delle qualità, sia tecniche che fisiche, impressionanti per la struttura che ha e che a volte non sfrutta al meglio delle sue potenzialità. Quella col Barcellona è stata la sua miglior partita da quando io sono qua.

"Eccezionale. E' un giocatore eccezionale che sa interpretare le partite, i momenti delle partite, sa aiutare la squadra e sa fare gol".

La gara contro il Barcellona. Sono stato contento del modulo usato con il Barcellona ma non è detto che sia la medicina a tutto. Dobbiamo avere consapevolezza, questa partita ora deve dare seguito alla parola mentalità.

I festeggiamenti post gara.

E' una cosa che faccio sempre ultimamente, da più gare, preferisco lasciare spazio ai ragazzi e ai miei collaboratori nell'andare a festeggiare e godere di questo momento.

Su Defrel e Perotti: "Non ci saranno domani". Defrel non lo sappiamo, lo valuteremo nel corso del tempo quale sarà il suo problema alla caviglia. Perotti speriamo con il Genoa o SPAL, più facile con la SPAL. C'è qualche dubbio anche verso Manolas e Florenzi.

Sul sorteggio col Liverpool: "Io del Liverpool non ho parlato ancora con la squadra". Questo schema è un grande valore aggiunto e potrebbe essere riproposto, ma potremmo tornare anche al 4-3-3. Perché non dovremmo credere che possiamo raggiungere la finale? "Negli ultimi 30 metri sono micidiali, i più bravi".

Sulla fisicità, maggiore qualità della squadra: "E' determinante per diventare una squadra importante, in Italia e in Europa". "La condizione fisica è in grande crescita". "Tutti i vantaggi o svantaggi vengono annullati". Per di più che affrontiamo una squadra rabbiosa e dobbiamo aspettarci che gli altri facciano una prestazione come noi contro il Barcellona.

La Roma unica italiana in Europa: quanto la gratifica? "La Lazio è la squadra più brava a mandare in porta i giocatori". Abbiamo altre tre partite davanti, più importanti. La nostra gente, il tifoso romanista, aspettava da 34 anni questa gara. Siamo contentissimi di potercela giocare. Abbiamo dimostrato una grande capacità nel fare prestazioni, ma anche avuto bassi.