Cicciobello con il morbillo, il web chiede il ritiro del bambolotto

Cicciobello con il morbillo, il web chiede il ritiro del bambolotto

Si e' detto che i bambini hanno sempre giocato con le bambole a paziente e dottore ma non a medico e malato di morbillo, patologia che puo' uccidere.

"Burioni dice stupidaggini, fa solo il moralista sul web". Proprio perché gli anni passano e il bambolotto biondo in completo di lana celeste fatto a mano ne avrebbe oggi 50 e rotti, i creatori della Giochi Preziosi hanno sentito più volte il desiderio di rinnovare questa felice intuizione di Gervasio Chiari, fino al punto di introdurre sul mercato Cicciobello Morbillino, bambolotto con il morbillo che, però, può essere curato cancellando i puntini rossi con un'apposita salviettina, una cremina e dei cerottini.

In pochi sanno che Cicciobello storia comincia nel lontano 1962, ad opera di Gervaso Chiari. Come? Basta cancellare i puntini rossi con la salvietta e con la cremina in dotazione. Per ora Giochi Preziosi non ha ancora replicato sui social, dove si stanno accumulando messaggi di protesta. Dello stesso avviso il medico paladino dei vaccini Roberto Burioni, il quale si chiede "chi siano questi geni che banalizzano malattie gravi senza rispetto per i malati e per i loro familiari" e ironizza sul futuro arrivo anche di un Cicciobello 'Linfominò o 'Meningitinò.

La risposta alla polemica social scatenata dal nuovo Cicciobello è arrivata dal Ceo di Giochi Preziosi, Dario Bertè. "E pensare - aggiunge - che me la prendo con gli antivaccinisti".

Da parte sua, l'azienda chiarisce: "Si tratta di un gioco, abbiamo fatto tutto in buona fede". "Non pensiamo di aver fatto nulla di oltraggioso - prosegue - ripescando un concetto che è sempre esistito, quello delle bambole con la 'bua'". Anche se grazie alle vaccinazioni "si è ridotto il numero dei casi, se ne contano ancora centinaia e solo nel 2018 - rileva - in Italia si sono già registrati due morti". "Pensate davvero che un genitore vada in farmacia a chiedere la penna per curare il morbillo? - ha aggiunto Bertè - Piuttosto, penso che un bambino si informerà sulla malattia. Purtroppo è un periodo complicato, vista la polemica sui vaccini, ma non abbiamo pensato ci potessero essere criticità di questo tipo". Che richiedono il ritiro del prodotto dal commercio. Con le malattie "non si gioca: sarebbe bene che l'azienda manifestasse sensibilità alle numerose critiche ritirando il prodotto", sottolinea Ricciardi.

Cicciobello Morbillino quindi è un bambolotto che ha avuto una reazione avversa al vaccino MPR (morbillo, parotite, rosolia), pertanto più che indignarsi bisognerebbe segnalare il problema all'Aifa.