Champions League - Manchester City, Guardiola a caccia dell'impresa ad Anfield

Champions League - Manchester City, Guardiola a caccia dell'impresa ad Anfield

Tanto è bastato per mandare ko il City, che per un tempo ci ha capito poco e nella ripresa non è stato in grado di tirare giù il muro rosso.

Nella Premier League di quest'anno una vittoria per parte: 5-0 per il City all'andata, 4-3 per i Reds al ritorno ad Anfield. Si è ripetuto il tecnico tedesco, che dopo 12 minuti ha punito alla prima occasione. Insomma, per un tempo il City prova a fare la partita ma è punito, lasciando col tilt successivo al 2-0 un primo tempo Liverpool sostanzialmente da consegnare agli annali del club. In tutto sono 38 gol in stagione e 13 assist.

Zero tiri nello specchio della porta.

Robertson. Difficile trovare un migliore stasera in un Liverpool strepitoso, ma il terzino sinistro dei Red, così come il suo compagno sull'altra fascia, compie un lavoro eccezionale in fase di contenimento. La prima frazione termina proprio su questo punteggio: dominio assoluto dei Reds che passano in vantaggio prima con il solito Salah che poi serve anche Manè per il gol del 3-0, in mezzo invece la perla fantastica di Oxlade Chamberlain.

Se in difesa Klopp schiererà tra tutti mr. 85 milioni di euro Van Dijk, a centrocampo dovrebbero essere schierati gli "esperti" della squadra, Milner ed Henderson, insieme al talento Oxlade-Chamberlain.

Anche il City a livello di singoli non può di certo lamentarsi; a centrocampo può contare su 3 mostri sacri del calcio mondiale: Kevin De Bruyne, İlkay Gündoğan e David Silva, che agiranno dietro l'altro tridente dei sogni: quello composto da Sterling, Gabriel Jesus, e Sanè, che insieme hanno un'età media di circa 23 anni.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Otamendi, Kompany, Laporte; Gundogan (57′ Sterling), Fernandinho, Silva; De Bruyne, Gabriel Jesus, Sané.