Calcio, diritti tv. Sky ottiene la sospensione del bando di Mediapro

Calcio, diritti tv. Sky ottiene la sospensione del bando di Mediapro

"Per tutto questo, per la nostra volonta' di continuare a contribuire alla crescita del calcio italiano, per lanciare nei prossimi giorni una grande offerta economica che possa garantire il futuro dei club sportivi, oltrechè la qualità, la creativita' e l'autonomia editoriale e giornalistica, la competizione industriale, agendo, senza scorciatoie, sempre nel rispetto dei valori della liberta' di mercato e di tutte le leggi, Sky si è rivolta al Tribunale che, dopo avere sospeso immediatamente il bando di Mediapro, fornirà il suo responso il 4 Maggio prossimo".

Con provvedimento emesso in data 16 aprile 2018, soggetto a discussione in udienza, il Tribunale di Milano ha sospeso la procedura competitiva di assegnazione dei contenuti audiovisivi disposta da MediaPro Italia con bando del 6 aprile 2018, fissando l'udienza di comparizione delle parti per il 4 maggio 2018. La controversia è nata a Febbraio, quando la società spagnola Mediapro ha acquisito i diritti superando la concorrenza di Sky, pur non essendo una emittente televisiva ma una società che si proponeva l'intento di farsi a sua volta intermediaria di una vendita a sua volta del pacchetto. Per adesso, la partita sembra la stiano vincendo quelli di Sky Italia, prendendo tempo. Grosso problema, visto che la stagione 2018/19 è ormai alle porte.

Ennesimo rinvio, ora è il Tribunale di Milano ad aver accolto il ricorso di Sky per la verifica dell'operazione-Mediapro. Sky ha ottenuto la sospensione del bando di Mediapro fino al 4 maggio. Inoltre, è stata evidenziata l'assenza nel bando dei prezzi minimi riguardo quello per gli operatori.

Sky ha sottolineato di voler "continuare a garantire agli abbonati un prodotto di qualità, nella piena libertà e autonomia giornalistica ed editoriale in un sistema non discriminatorio e di libera concorrenza fra gli operatori".

"Il bando di Mediapro per l'assegnazione dei diritti televisivi del campionato di calcio della Serie A solleva così tante perplessità da rendere necessario verificarne la legalità prima di presentare importanti offerte", spiega la tv satellitare in una nota ufficiale.