Anziani percossi, in 6 fuori dal lavoro

Anziani percossi, in 6 fuori dal lavoro

Indagati sette dipendenti della struttura, sei dei quali sono stati interdetti dalla professione sanitaria.

Sei infermieri sono stati scoperti mentre picchiavano, minacciavano e insultavano gli anziani di una casa di riposo Castel San Niccolò, in provincia di Arezzo, in Toscana.

Fondamentali per l'esito delle indagini le riprese effettuate da alcune telecamere installate di nascosto dagli investigatori. Uno degli schiaffi è così sonoro che il rumore filtra dal video. Tutti italiani tra i 40 e i 60 anni. In sei casi, il gip ha disposto l'interdizione dall'esercizio della professione sanitaria. "Come Comune abbiamo gestito la struttura direttamente fino a fine 2016, e ho memoria casomai di aver ricevuto delle lettere di ringraziamento, non delle lamentele; pochi mesi fa col Sindaco di Poppi siamo andati a festeggiare una centenaria, si respirava un clima di grande serenità; anche a noi preme che si giunga prima possibile alla verità, perché è davvero difficile immaginare che nei nostri paesi si possa creare una situazione simile, che ha drammatiche ripercussioni sulle vittime, sulle loro famiglie, sugli altri ospiti, gli operatori e le Istituzioni, insomma su una comunità intera". A quel punto il pm Marco Dioni ha deciso per l'installazione di una telecamere nascosta nei locali della casa di riposo. L'ente pubblico si dichiara pronto a costituirsi parte civile. "Per noi la notizia che sono stati perpetrati maltrattamenti ai danni degli ospiti è stata un fulmine a ciel sereno, è come se ora tutti desiderassimo svegliarci da un bruttissimo incubo", prosegue Calbi. "Il contatto fra le famiglie e gli operatori è molto frequente e non ha mai evidenziato quello che è emerso dalle indagini". I parenti degli anziani erano all'oscuro di quanto accadeva all'interno della struttura.