Allegri: "Scudetto? Ci sono ancora gli scontri con Inter e Roma"

Allegri:

La vittoria sulla Sampdoria significa per la Juventus, non solo il riscatto dopo la batosta di Madrid, ma anche un tassello importante nella lotta-scudetto. La reazione di Buffon? Dalla poltrona di casa senza emozioni, senza niente, credo che sia facile giudicare le esternazioni senza capire il momento psicologico di Gigi e la sua reazione. Sfido qualunque persona al mondo a non avere una spiegazione. A freddo ci vuole calma. Gli è stata tolta anche la possibilità di parare il rigore a Ronaldo.

"Poi io non valuto l'operato dell'arbitro". L'arbitro? Nei 90 minuti è stato bravo. E li' e' andato un po' in confusione. Nel secondo tempo c'è stata una sola sostituzione, non un intervento dei dottori in campo. C'era solo un minuto di recupero e non tre. Abbiamo un'altra gara mercoledì e tutti devono essere pronti a farci vincere. Domani e' come col Benevento all'opposto. Oggi vedrò chi è in buone condizioni fisiche, chi ha recuperato meglio. Abbiamo tante partite, dovrà risultare decisivo per il finale come Douglas e Mandzukic. C'e' bisogno di tutti. Insegnamenti della gara d'andata? "Anche se magari da qui a fine torneo torneremo a giocare con i 4 offensivi ma dipende sempre dalla disponibilita' dei giocatori". "In attacco Cuadrado torna titolare". La Juve ora è a +6 sul Napoli ma per il tecnico bianconero il vantaggio non è ancora sufficiente. Se fosse giusto o non giusto non lo voglio sapere. Chiellini sta bene, ha riposato a Benevento. De Sciglio e' out.

"Madrid è stato un episodio delicato più per i ragazzi che per me". Barzagli e' di nuovo convocabile. Allegri, di cui non so trovare miglior definizione di quella coniata da Tevez sostituito in un'altra sfida contro i blancos, non ha fatto cambi ma ha preferito aspettare "con calma" di poter disputare la lungagnata dei supplementari. Stop col Real ora, sotto con la Samp: "Giovedì ancora si parlava di Madrid, è ovvio". E non l'ho ancora fatto. Nella vita non si sa mai.