Volkswagen: 16 nuovi impianti per le elettriche entro il 2022

Volkswagen: 16 nuovi impianti per le elettriche entro il 2022

Attualmente il colosso tedesco produce veicoli elettrici in tre fabbriche e nel giro dei prossimi due anni saranno altri novi i siti che saranno ammodernati per questo scopo.

Per assicurare un'adeguata capacità delle batterie, in vista della forte espansione dell'e-mobility, sono già state strette delle partnership con produttori di batterie per Europa e Cina. "Investiremo circa 20 miliardi di euro nel nostro portafoglio di auto convenzionali nel 2018 - ha detto Muller - e circa 90 nel corso dei prossimi cinque anni". La decisione sul fornitore per il Nord America sarà presa a breve. Quando lo scorso autunno è stata presentata la 'Roadmap E', Volkswagen aveva proclamato l'obiettivo di produrre fino a 3 milioni di veicoli elettrici l'anno entro il 2025 e di commercializzare 80 nuovi modelli a batteria.

Diverse innovazioni del Gruppo sono state presentate la scorsa settimana al Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra, tra cui Audi e-tron, Porsche Mission E e I.D. "Dal 2019 vedremo un nuovo mezzo a batteria praticamente ogni mese - ha affermato il CEO di Volkswagen -".

Il CEO ha sottolineato che ciò non significa che il Gruppo Volkswagen stia abbandonando i propulsori tradizionali. Entro la fine del 2022 infatti verranno abilitati i 16 stabilimenti precedentemente scritti annunciati durante l'annuale conferenza stampa sul bilancio avvenuto da parte del CEO Matthias Müller. SEDRIC è stato progettato dal Gruppo, ma presto "passerà a una delle nostre Marche per un ulteriore sviluppo nell'ottica della produzione di serie".

"Sappiamo di essere responsabili per il dibattito sul diesel - ha spiegato il numero uno VW Matthias Mueller - e sia come imprese che come comparto dobbiamo essere parte della soluzione".