Vianini: utile netto 2017 scende a 4,9 mln, cedola 0,06 euro

Vianini: utile netto 2017 scende a 4,9 mln, cedola 0,06 euro

Il reddito operativo p di 278 milioni dai 205 nel 2016.

La Raccolta Netta ha registrato un +31% raggiungendo i 2,7 miliardi di euro e portando il valore degli Asset Under Management a 25,5 miliardi (+11,8% rispetto al 2016). Da segnalare, in particolare, la performance del canale aeroportuale (+5% la crescita like for like), nonostante gli uragani Harvey e Irma negli Stati Uniti, che hanno causato un rallentamento dei flussi di traffico nella seconda parte del 2017. Il 30 giugno 2017 ha rimborsato le rate del Senior Loan per un importo complessivo pari a 10 milioni.

Sergio Albarelli (nella foto), ceo del gruppo, sottolinea: "Siamo orgogliosi di poter presentare il secondo miglior utile netto della storia di Azimut, raggiunto grazie all'impegno di tutti coloro che quotidianamente lavorano nel Gruppo". Pertanto, ogni azionista riceverà (al lordo delle ritenute di legge) 1 euro in contanti (con pagamento a partire dal 23 maggio 2018, data stacco cedola 21 maggio 201 8 e record date 22 maggio 2018), oltre all'assegnazione gratuita di azioni Azimut Holding in ragione di n. 1 azione ordinaria ogni 18 azioni ordinarie possedute (per un totale di n. 7.246.290 azioni). Il dividendo verrà pagato 50% in contanti e 50% in azioni. I risultati conseguiti nell'anno appena concluso ci permettono di proporre all'assemblea un dividendo di 2 euro, equivalente a un payout superiore al 100% e con il più alto yield delle società dell'indice FTSE MIB.

Timone Fiduciaria, la società che riunisce gli aderenti al patto di sindacato Azimut Holding aveva diffuso in data 15 gennaio 2018 un comunicato in cui si parlava di un possibile avvio di un'operazione di rafforzamento della partecipazione in Azimut Holding spa.