Vettel: "Obiettivo riportare il titolo mondiale a Maranello"

Vettel:

Vettel dice che la Ferrari sarà più vicina a noi e me lo auguro, così si vedranno le differenze fra i piloti. Si tratta dell'evoluzione della monoposto dello scorso anno, abbiamo gomme migliori e, soprattutto qui, un nuovo asfalto, quindi questo potrebbe far sembrare le cose anche migliori di quanto non lo siano realmente. "Abbiamo capito come va la macchina, ma possiamo capirne di più e meglio con più giri ed è per questo che abbiamo bisogno di stare in pista", ha confermato a Sky, Sebastian Vettel. Però credo che abbiamo le idee chiare sulla monoposto. Se la Red Bull infatti non era sembrata da meno negli scorsi giorni, quello che continua a preoccupare riguardo il team di Milton Keynes è la questione affidabilità. Spezzare il lungo digiuno della Ferrari e dello stesso Vettel, dunque, resta solo una legittima aspirazione: "È passato un po' troppo tempo dal mio ultimo titolo?" Gli addetti stampa della Scuderia italiana hanno fatto sapere che la SF71-H non ha assolutamente cercato la performance oggi, limitandosi a studiare e confrontare le novità aerodinamiche arrivate da Maranello. Dopo la nevicata di ieri, oggi, la temperatura al Circuit de Catalunya si è alzata sensibilmente (a fine sessione cerano 12.7° nellaria e quasi 15 sullasfalto, ndr), ma lumidità del mattino ha disturbato ancora le attività. Se non fosse per la neve avrebbero sommato tanti chilometri da poter andare e tornare dall'Australia dove domenica 25 marzo si correrà il primo Gp della stagione. Asfalto nuovo, un contributo fondamentale al miglioramento dei tempi sul giro, ma c'è anche altro, legato all'impegno al volante. L'olandese, autore di una sessione piuttosto complicata, è stato anche artefice di un errore personale, con un'uscita di pista che ha costretto i commissari all'esposizione della bandiera rossa.

In mezzo ai due si è inserito Stoffel Vandoorne, con una McLaren rivitalizzata dal motore Renault, che ha permesso al belga di mettere insieme oltre 100 giri. E' la stessa cosa con la pista. "Affrontarla oggi è stata l'esperienza più semplice da 10 anni che ci corro". “Non è stato un pomeriggio del tutto ideale - ha commentato il pilota - per via delle condizioni della pista e di un po di tempo perso in garage per mettere a punto alcuni dettagli.