Vendita Diritti tv, Cairo: "Non siamo preoccupati"

Vendita Diritti tv, Cairo:

"Spero che questo non accada", ha aggiunto Cairo, ricordando che la proposta da 1,05 miliardi con cui la società spagnola si è aggiudicata la partita "è un'offerta importante che aveva bisogno di ottenere un lasciapassare dell'antitrust", poi effettivamente concesso solo per l'intermediazione e non per la gestione.

A fronte dell'indisponibilità di Sky, Mediaset, Tim e degli altri operatori a mettere più soldi sul piatto, la Lega di Tavecchio commissario straordinario si era quindi rivolta a Mediapro, società spagnola con azionisti cinesi che garantiva di essere in grado di portare più soldi ai club, occupandosi lei della vendita dei pacchetti di diritti a broadcaster, società di Tlc, operatori "over the top". Ci deve essere adesso un primo pagamento e l'assistenza di una fideiussione per l'intero importo, se questo non fosse evidentemente ci sarebbero dei problemi e quindi dovremmo gestire la cosa a livello legale. In particolare, è il passaggio del parere dell'Antitrust sui pacchetti da sub-licenziare a creare i maggiori dubbi e preoccupazioni: l'intermediario catalano vuole infatti capire se ci sia l'obbligo o meno di sottoporre i pacchetti all'approvazione dell'Autorità, che avrebbe 60 giorni per esprimersi. Poi però il presidente ha dei compiti in qualche modo contenuti e da statuto l'ad ha le deleghe operative più importanti. "Abbiamo fatto un bella cosa che è l'arrivo di GaetanoMiccichè come presidente che è una persona di altissimo livelloe di grandi capacità - ha aggiunto interpellato sui tempi dellascelta dell'ad -". Il tema ha acceso l'assemblea di ieri, in cui il banchiere Gaetano Miccichè è stato eletto presidente per acclamazione, dopo uno scrutinio segreto, a cui sono state aggiunte le dichiarazioni di voto verbali, su richiesta della Roma.

"Diversi club sono preoccupati - si legge su Gazzetta.it - perché di questi tempi, di solito, si inizia già a bussare alle banche per farsi scontare i proventi futuri del contratto tv".