Trump: "Nessuna minaccia nucleare dalla Nord Corea"

È tutta politica e non economica, la decisione di Trump di porre dazi al 25% sull'acciaio e al 10% sull'alluminio importato, in vigore già tra 10 giorni.

"Penso che vogliano fare la pace, credo che il momento sia arrivato", ha aggiunto il numero uno della Casa Bianca, che ha spiegato di avere "un enorme sostegno" a riguardo.

La Cina è abbastanza preoccupata, come si evince dalle parole del ministro cinese del Commercio Zhong Shan che ha dichiarato "che non ci sarà alcun vincitore da una guerra commerciale che porterà disastri a Cina, Usa e al resto del mondo: la Cina non vuole una guerra commerciale e non sarà quella che ne comincerà una". "Da noi nessuna rappresaglia" assicura il ministro giapponese dell'Economia e del Commercio Hiroshige Seko. "Difenderemo con forza gli interessi del Paese e della sua gente".

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si è detto convinto che il colloquio che dovrebbe tenere entro maggio con Kim Jong-un, leader della Corea del Nord, sarà "un immenso successo". Intanto, guarda avanti fino alle presidenziali nel 2020.