Toys perde il suo fondatore

E' morto a 94 anni Charles Lazarus, fondatore di Toys R Us. Inizialmente intitolato Children's Supermarket, proprio a causa della fascia di mercato a cui si rivolge, il negozio fu successivamente rinominato Toys R Us. Chi si è presentato davanti ai negozi, ha trovato cartelli che dicevano che l'iter è stato posticipato "per circostanze al di fuori del nostro controllo". La notizia del decesso di Charles Lazarus è stata confermata dalla società che aveva fondato nel 1948, quando aveva 25 anni, prevedendo il baby-boom del dopoguerra.

"Proprio l'anno scorso è venuto a farci visita nel New Jersey e gli saremo sempre grati per la sua energia positiva, la passione per i clienti e l'amore per i bambini di tutto il mondo. i nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alla famiglia e le persone care" continua il comunicato.

Il gruppo, la scorsa settimana, ha annunciato la chiusura (o vendita) di tutti i 735 negozi statunitensi, mettendo così a rischio le posizioni di circa 30.000 dipendenti. L'azienda ha già iniziato a chiudere le sue attività nel Regno Unito mentre tratta con potenziali acquirenti in Canada, Asia ed Europa centrale.

La "R" rovesciata del nome Toys "R" Us doveva sembrare il disegno di un bambino. Nel 1957 aprì il suo primo negozio di giocattoli, una sorta di supermercato con un vasto assortimento di articoli.

Era rimasto Ceo del gruppo fino al 1994 e attualmente non possedeva più quote nella società.