Tensione alla Viareggio Cup, giocatore colpito da una bottiglia lanciata dagli spalti

Tensione alla Viareggio Cup, giocatore colpito da una bottiglia lanciata dagli spalti

Mentre i giocatori dell'Empoli rientravano negli spogliatoi, sembra che i tifosi della Fiorentina si siano precipitati vicino a questa rete e abbiano incominciato ad insultare i giocatori dell'Empoli; principalmente Traoré, il giocatore di colore che è stato preso di mira proprio per il colore della pelle. Il motivo del folle gesto, secondo gli stessi tifosi gigliati, va ricercato nel fatto che si è voluto rispondere a un lancio di alcune bottigliette d'acqua verso le tribune da parte dei calciatori azzurri. Al fischio finale (la partita si era conclusa sul 3-2 per i viola) si è accesa una rissa tra alcuni sostenitori viola presenti allo stadio (si giocava al "Turri" di Scandicci) e i giovani giocatori dell'Empoli. Ora l'Empoli sta valutando se sporgere o meno un reclamo che, in extrema ratio, potrebbe portare addirittura alla squalifica dal torneo del club viola. Ecco le parole riportate da PianetaEmpoli.

Dopo l'episodio, non si è fatta attendere la replica del direttore generale dell'Empoli Andrea Butti che con signorilità non ha attribuito alcuna colpa alla società viola, che in altre circostanze ha subito episodi di intolleranza, ma si è lamentato di alcune lacune organizzative che da diversi anni gli organizzatori non riescono a colmare. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri, presenti alla partita. Oltretutto per le gare si è scelto di giocare in campi la cui tenuta sono sempre state ai limiti della praticabilità e non solo conseguentemente ad avverse condizioni atmosferiche, con un oggettivo danno per la qualità del gioco. Per tutti questi motivi l'Empoli ha deciso che non prenderà più parte al torneo. "L'Empoli FC ha inoltre sporto denuncia contro ignoti".