Signorini: "Fabrizio Frizzi aveva tumori inoperabili"

Signorini:

Soltanto Luca Giurato aveva deciso di parlarne in pubblico ma era stato fortemente criticato per il fatto di aver reso noto un dettaglio che per volontà di Fabrizio Frizzi non era mai stato nemmeno accennato alla stampa. Ospite di Matrix, il direttore di Chi, ha ricordato Frizzi: "Lui sapeva che non aveva scampo".

Fabrizio Frizzi aveva dei tumori inoperabili al cervello. Dopo il malore, l'ischemia che gli è costata un immediato ricovero, i controlli fatti nei giorni successivi hanno mostrato un tumore che aveva ormai preso diversi organi ed era quindi inoperabile. Questa situazione è stata confermata anche dal racconto di alcuni figuranti de L'Eredità, Laura Astri e Alessandro Delle Fratte, che avrebbero dichiarato: "era stanco, pallido, negli ultimi tempi registrava più di una trasmissione insieme così poteva rimanere più tempo a casa". E lui si appoggiava.

Su leggo.it gli aggiornamenti sulla morte di Fabrizio Frizzi in cui si nasconde un male che spaventa sempre più.

"Ha scelto di continuare a portare un sorriso alla gente" ha spiegato Signorini, che ha voluto porre l'accento sul fatto che invece di rimanere chiuso in casa ad attendere la morte che sarebbe sopraggiunta di lì a poco, Frizzi ha voluto continuare a lavorare fino all'ultimo e a fare compagnia agli italiani che ogni sera attendevano L'Eredità per cenare insieme a lui. Un miracolo che ha lasciato un ricordo ancora più forte tra amici, parenti e telespettatori.