Salvini: 'Spero numeri governo' Pd diviso su dialogo con M5s

Salvini: 'Spero numeri governo' Pd diviso su dialogo con M5s

"Con Di Maio ci sentiamo dopo Pasqua" ha fatto sapere il leader del Carroccio. "La mia ambizione è di rappresentare tutti gli italiani facendo il presidente del Consiglio". Però non è una pregiudiziale perché a me interessa lavorare per l'Italia. "Si parte dai progetti, non dai nomi, dai premier" ha detto rispondendo a una domanda sull'ipotesi di un governo tra Lega e M5S, senza Berlusconi, non gradito agli uomini di Grillo.

I due leader - secondo l'esponente di Rivoluzione Cristiana - sono abilissimi, hanno dimostrato di aver compreso il sentimento anti casta degli italiani e in questa campagna elettorale non solo sono stati perfetti nella loro proposta politica, ma si son dimostrati saggi anche nella conduzione delle trattative. "Sono disposto a ragionare di redditi di inclusione, leggi di cittadinanza, prestito per entrare nel mondo del lavoro". D'altra parte Giovanni Toti, uno dei primi ufficiali di collegamento tra Lega e Fi, è ottimista: "c'è una possibilità che le forze politiche si accordino, le mediazioni sono indispensabili. Speriamo di fare lo stesso per il Governo". I commenti si dividono tra i favorevoli e i contrari, conuna lieve maggioranza dei possibilisti al dialogo con Di Maio:"Vedete - commenta Salvini - questo è il bello della diretta edei social...". "La linea dell'opposizione non è in discussione", puntualizza oggi Graziano Delrio.