Saipem: 2017 chiuso in rosso per 328 milioni, fari puntati sul titolo

Saipem: 2017 chiuso in rosso per 328 milioni, fari puntati sul titolo

Va ricordato che nel luglio scorso, in occasione della diffusione della semestrale, Saipem aveva limato ulteriormente i target 2017 sui ricavi (da 10 miliardi a 9,5 miliardi) e sull'utile adjusted (da 230 a 200 milioni) migliorando invece quella sui debiti netti a 1,3 miliardi (da 1,4 miliardi). I ricavi flettono del 9,8% a 8.999 milioni. L'ebitda adjusted si è portato a 964 milioni di euro (1.266 milioni di euro nel 2016) di cui 169 milioni nel quarto trimestre mentre l'ebitda è stato di 862 milioni di euro (909 milioni di euro nel 2016) di cui 125 milioni nel quarto trimestre. Si tratta di risultati inferiori al consensus e alla guidance fornita dalla societa' nei mesi scorsi a eccezione dell'indebitamento netto, che si attesta a 1,3 miliardi.

L'acquisizione nuovi ordini è stata di 7.399 milioni di euro (8.349 milioni di euro nel 2016) di cui 2.682 milioni nel quarto trimestre mentre il portafoglio ordini residuo è di 12.363 milioni di euro (14.219 milioni di euro al 31 dicembre 2016).

I numeri snocciolati dalla società guidata da Stefano Cao non hanno soddisfatto appieno le aspettative degli analisti.

Dalle prime fasi della seduta il mercato sembra non aver gradito i numeri messi in luce da Saipem.

Saipem inizia la giornata con una flessione del 3,11% a 3,178 euro. Le azioni SPM hanno registrato la peggior apertura di Piazza Affari pochi minuti fa e al momento della scrittura perdono il 2,4% circa.