Ritrovato senza vita il corpo del giovane spoltorese scomparso da casa lunedì

Ritrovato senza vita il corpo del giovane spoltorese scomparso da casa lunedì

La zona di Fosso Vallelunga è stata setacciata dopo che i Carabinieri hanno analizzato i tabulati telefonici di Neri.

Alessandro Neri, questo il nome del ragazzo, si era allontanato dalla sua abitazione di Villa Raspa di Spoltore dove abitava con la madre e la sorella domenica scorsa. Sul profilo Facebook della madre è stato pubblicato un post che annienta le speranze di un lieto fine sulla vicenda che ha tenuto col fiato sospeso l'intera comunità spoltorese. Dalle prime frammentarie notizie, pare che sia stato ritrovato un corpo privo di vita a Pescara in località San Silvestro. La posizione in cui è stato trovato il corpo tra alcuni arbusti nei pressi di un corso d'acqua, si apprende da fonti investigative, sarebbe incompatibile con il suicidio. Proprio per questo le operazioni di recupero da parte dei Vigili del Fuoco sono state molto complesse. Attraverso i social network i familiari avevano lanciato appelli a chiunque avesse informazioni, generando un tam tam su Facebook da parte di amici, conoscenti e utenti della rete. Il corpo è stato ritrovato dai cani molecolari dopo che il segnale del telefono cellulare del giovane è stato individuato nell'area di Fosso Vallelunga, alla periferia di Pescara.

Sul corpo del giovane è stata disposta l'autopsia, che dovrebbe essere eseguita domani dal medico legale Cristian D'Ovidio. Gli inquirenti e il medico legale non hanno dubbi: il ragazzo è stato ucciso. C'è da capire da chi e quando il veicolo è stato parcheggiato lì: in tal senso, trattandosi del centro cittadino, ai militari dell'Arma potrebbero essere utili le immagini delle numerose videocamere di sorveglianza presenti in zona. 'Nerino', così era chiamato dagli amici il ventinovenne, era uscito di casa lo scorso 5 marzo senza farne più ritorno.