Pd, vertice dei big al Nazareno: Boschi e Lotti assenti

Pd, vertice dei big al Nazareno: Boschi e Lotti assenti

Maurizio Martina, che ha aperto e chiuso i lavori della riunione, ha riproposto il tema della partecipazione, con i territori protagonisti, e della ricostruzione di un'agenda del Pd a partire da temi e valori condivisi.

"Per i nostri capigruppo di Camera e Senato, e per le eventuali cariche istituzionali spettanti al Pd, è necessario trovare un serio equilibrio politico nel partito". Una soluzione che non piace alle minoranze, come quelle di Andrea Orlando, Gianni Cuperlo e Michele Emiliano, ma anche ad altre aree che pure hanno appoggiato finora Renzi. Anche perché questi avrebbe proposto anche due esponenti a lui vicini (Maria Elena Boschi e Luca Lotti) per le commissioni spettano all'opposizione: la Vigilanza Rai e il Copasir.

L'umiliazione finale per Matteo Renzi?

Intanto il Pd si riunirà stasera alle 18 per decidere quale sarà la linea da adottare.

Domani, a quanto si apprende da fonti parlamentari, il Movimento 5 Stelle riunirà i gruppi parlamentari di Camera e Senato. Se come sembra il M5s diserterà l'invito di Berlusconi a Palazzo Grazioli, per il Pd si potrebbe aprire una possibilità per tornare in gioco. E chissà magari riuscirebbe a portare a casa un risultato sulle presidenze: Bonino da eleggere con il M5s al Senato o Franceschini da eleggere con il centrodestra alla Camera. "Ci vediamo e ve lo diciamo', ma allora bastava un sms", dice Ettore Rosato a Circo MassImo su Radio Capital.

Partiti al lavoro in vista della prima riunione delle Camere di venerdì per l'elezione dei presidenti. "Hanno deciso -aggiunge- di giocare diverse parti in commedia. Noi siamo disponibili al confronto e a ragionare insieme se si riparte da zero".