Memorie di F1, GP d'Australia

Memorie di F1, GP d'Australia

A Melbourne la pole non basta - Il primo semaforo verde del mondiale si accendera' domenica mattina, alle 7.10 ora italiana, all'Albert Park di Melbourne: a scattare dalla pole position, prevedono i quotisti SNAI, sara' Lewis Hamilton, che e' il favorito nelle scommesse sulle qualifiche, a 1,70, mentre vedere Sebastian Vettel in primissima posizione pagherebbe 4,00. Annata che porterà la Red Bull nei piani alti della classifica e grande crisi a Ferrari e McLaren. Per il momento si è deciso di puntare sul dispositivo "ala mobile" anche a Melbourne, anche se le caratteristiche del circuito restano immutate e quindi lo spazio a disposizione dei piloti è ancora poco.

A Melbourne, storicamente, ci sono sempre stati pochi sorpassi.

Ora, lasciamo da parte il passato, chiudiamo il libro dei ricordi, e prepariamoci a vivere un nuovo capitolo della storia della F1, sperando che la pagina bianca che ora abbiamo davanti venga riempita nel migliore dei modi per far si che verrà ricordata in futuro. Questa è solo una gara, ma noi siamo fiduciosi e abbiamo molti motivi per essere ottimisti. Hamilton e' favorito nelle scommesse sulla gara, dove pero' il vantaggio da Vettel si riduce: l'inglese vale 2,00, il tedesco 4,00.

La tradizionale conferenza stampa ha aperto il GP d'Australia, prima prova del Mondiale di Formula 1. Da questa stagione infatti (a partire dal GP di Spagna), l'ingegnere di pista David Greenwood interromperà la sua collaborazione con il pilota finlandese, lasciando così Maranello ed il suo posto all'ingegner Carlo Santi. Dai dati raccolti finora, le mescole più morbide dovrebbero dare la possibilità ai piloti di scegliere tra una o due soste, a differenza del 2017. "Ha già lavorato con me l'anno scorso, so come lavora, e sono convinto che non ci saranno problemi". La chiave per il campionato sarà avere una macchina che vada forte all'inizio e alla fine della stagione e cercare di essere competitivi in tutte le gare. Gara sfortunata invece per Schumacher che è costretto al ritiro, ma fortunata per il team mate Eddie Irvine che, al debutto in Ferrari, coglie subito il podio. Per questo motivo si è arrivati alla conclusione di aumentare i punti DRS.

2017: Edizione dello scorso anno, con Mercedes super favorita, ma Ferrari molto vicina e pronta alla zampata, e così sarà, con Vettel che mettendo pressione a Lewis Hamilton costringe il muretto della stella all'errore, che con una strategia sbagliata consegnerà il trionfo a Vettel e alla Ferrari.