Insigne: "Lotteremo per lo scudetto fino a quando la matematica lo permetterà"

Insigne:

"Finché la matematica ci tiene in gioco non molliamo". "Noi pensiamo a noi stessi - ha dichiarato l'attaccante azzurro nel dopopartita di San Siro a 'Serie A' Live, in onda su Premium Sport -". Dobbiamo stare tranquilli, abbiamo fatto un'ottima prestazione, ma è mancata cattiveria. "Diciamo che in questo periodo la palla non vuole entrare ma mettiamo gli obiettivi di squadra davanti a quelli personali".

La sconfitta di sette giorni fa contro la Roma pesa come un macigno e diventa zavorra se abbinata a quel guizzo di Dybala al 94° che è sembrato un segno del destino, come se il dio del calcio facesse il tifo per la Juventus e tu capisci che puoi fare poco o nulla.

Primato in campionato perso ma nulla è perduto. Scudetto? Sì che ci crediamo.

Infine una battuta su Milik, tornato in campo nel finale al posto di Mertens: "È un grande attaccante, in questo finale ci darà una mano".