Ibra: "Io a Mondiali? Porta sempre aperta"

Ibra:

Se mi sentirò bene, la porta sarà sempre aperta. L'attaccante svedese, che ha visto poco il campo negli ultimi 12 mesi in seguito al grave infortunio al ginocchio destro (rottura dei legamenti), ha deciso di lasciare l'Europa per tentare di conquistare in extremis la convocazione al Mondiale: "Se vorrò ci sarò, altrimenti no - dice Ibra ai microfoni del canale della MLS - Ho voglia di giocare a calcio, vediamo cosa succederà".

Zlatan Ibrahimovic in Russia: no, nessuna squadra russa sta corteggiando l'attaccante svedese che da ieri è un calciatore dei Los Angeles Galaxy, ma l'ex 'Red Devils' potrebbe ripensare alla sua idea di non vestire più la maglia della Svezia.

Nel corso dell'intervista rilasciata al canale ufficiale della lega, lo svedese si è anche soffermato sulla possibilità di tornare in nazionale e disputare con gli scandinavi il mondiale di Russia 2018: "Sento spesso lo staff, mi chiedono come sto e cosa ho intenzione di fare. Ripeto che, se mi sentirò bene e se lo vorrò, ci sarò". La Svezia è inserita nel gruppo F con Germania, Corea del Sud e Messico.