Gaza: violenti scontri, due palestinesi uccisi

Gaza: violenti scontri, due palestinesi uccisi

La vittima si chiama Mohammed Najjar e aveva 25 anni. Il ricordo di quel giorno di resistenza popolare contro il sionismo e le sue politiche coloniali divenne così la Giornata internazionale della Terra palestinese, oggi caricata di un'ulteriore importanza, vista la recente decisione Usa di spostare l'ambasciata a Gerusalemme, terra occupata anche secondo l'Onu, oltre che per le continue espropriazioni di terra e acqua compiute dai coloni israeliani contro i palestinesi. Numeri diversi, invece, sono qualli resi noti da Israele, secondo cui sarebbe di un morto e 20 feriti il bilancio.

Alta tensione al confine tra la Striscia di Gaza e Israele: un contadino palestinese è stato colpito a morte dal proiettile esploso da un carro armato di Tel Aviv questa mattina, poche ore prima dell'inizio della Grande marcia del ritorno, un'iniziativa di protesta sostenuta da Hamas. Migliaia di palestinesi, secondo l'esercito israeliano, "sono in sommossa in sei luoghi lungo la Striscia di Gaza". Ma il grosso è atteso alla fine delle preghiere del venerdì nelle Moschee.

Il ministro della difesa Avigdor Lieberman ha avvisato in arabo, sul suo profilo Twitter, che "ogni palestinese che da Gaza si avvicina alla barriera di sicurezza con Israele metterà la propria vita a rischio". L'esercito ha poi spiegato di aver "imposto una zona militare chiusa tutto attorno alla Striscia in accordo con la situazione in atto". Ha trascorso lunghi anni nelle carceri israeliane con l'accusa di aver ucciso un soldato israeliano.

Un palestinese è stato ucciso dai soldati israeliani in scontri alle frontiera di Gaza.