Fiorentina, Stefano Pioli: "Astori? Faccio ancora fatica senza di lui"

Fiorentina, Stefano Pioli:

In un'intervista a "Il Corriere Fiorentino", Pioli è tornato sui tragici momenti successivi alla scoperta della morte di Astori nell'albergo di Udine, domenica 4 marzo.

Solitamente quando siamo in ritiro mi sveglio alle 7.30 e faccio colazione. Poi mi hanno chiamato il dottor Pengue e il team manager Marangon: "Scendi, scendi subito". Ma ancora non avevo compreso fino in fondo la tragedia: poi, aprendo la porta, ho visto Astori lì, fermo nel suo letto. Non so dire se c'entri Davide, di sicuro dopo Udine si è allenato come mai aveva fatto prima. Sembrava che dormisse, non era così. Difficile poi comunicare la terribile notizia agli altri calciatori della Fiorentina ("È stato il momento più difficile, una cosa che non auguro a nessuno").

Sullo stesso argomento ha aggiunto: "Inizialmente ho temuto per i miei giocatori, alla ripresa degli allenamenti è stata dura. In quel momento ho capito che avremmo avuto la forza per ricominciare, che è scattato qualcosa". La Fiorentina e il suo tecnico però vogliono che questo sia un nuovo inizio: "La vedo come un'occasione per società, città e tutti noi". Da questa tragedia dobbiamo tirar fuori qualcosa di positivo per il futuro.L'Europa?