Eni: raggiunta intesa con Cfs per produrre energia pulita

Eni: raggiunta intesa con Cfs per produrre energia pulita

C'è anche Eni nell'accordo con Cfs (Commonwealth fusion systems), spin-out del Massachusetts institute of technology (Mit). Un progetto che avrà una durata di 15 anni. L'obiettivo è produrre energia utilizzando i superconduttori ad alta temperatura che sono già in commercio. Eni acquisirà una quota rilevante nella società a fronte di un investimento iniziale di 50 milioni di dollari. Il piano prevede una prima fase per sviluppare magneti superconduttori, una seconda per la realizzazione del reattore prototipale e una terza dedicata alla centrale nucleare vera e propria. "Un traguardo siamo determinati a raggiungere in tempi brevi".

L'accordo tra Eni e Cfs sarà perfezionato nel secondo trimestre del 2018.

Gli accordi odierni si inquadrano nella strategia di decarbonizzazione di Eni e rappresentano la volontà di rafforzare le partnership di ricerca nel settore energetico, grazie anche allo sviluppo di tecnologie game changer, per rispondere ai crescenti fabbisogni energetici con soluzioni sostenibili in termini ambientali ed economici.