Elezioni Politiche 2018, affluenza a Salerno e provincia pari al 71,69%

Elezioni Politiche 2018, affluenza a Salerno e provincia pari al 71,69%

Mentre nel centrodestra le gerarchie sembrano davvero destinate a cambiare.

Sul fronte di centrosinistra, il Partito Democratico accusa il peggior risultato dalla sua nascita: 19% alla Camera, uno 0,3% in più al Senato.

I risultati delle elezioni politiche 2018 ci dicono chi ha vinto, ma non inquadrano esattamente cosa succederà ora. E' una vittoria molto ampia per entrambi. A rallentare le operazioni di voto e creare code è soprattutto il tempo di votazione degli elettori al seggio, che è maggiore rispetto alle precedenti elezioni soprattutto a causa del nuovo tagliando antifrode. Oggi parliamo di un centrosinistra che ha raggiunto il 25%, nonostante i governi renziani abbiano varato leggi importanti, che però non sono state percepite come tali. A conti fatti, la progressione dell'affluenza è stata comunque superiore a quanto lasciavano intravvedere i dati aggiornati alle ore 12. Sarà anche l'inizio della lunga diretta di LiveSicilia.

Anche l'alleanza di centrodestra ha fatto centro. Ma la doccia fredda arriva con le proiezioni al Senato: 18,3%. Ancora più complicato, perché il PD non voterebbe mai un esecutivo Salvini e allo stesso tempo non potrebbe mai nascere un governo senza i voti della Lega. Sul filo di lana Noi con l'Italia che al Senato è data al 1%. Al Senato, invece, gli elettori sono 42.871.428: di cui 20.509.631 maschi e 22.361.797 femmine. La netta sconfitta del PD non è stata accompagnata da un buon risultato dei suoi alleati più moderati - +Europa probabilmente non supererà la soglia di sbarramento del tre per cento, Insieme e Civica Popolare non arrivano nemmeno all'uno - né dei suoi avversari di sinistra. Scrutinata una sezione a Ponza delle 508 in provincia di Latina: avanti il Movimento 5 Stelle con Rosario Calabrese del Movimento 5 Stelle con il 46,6%, davanti a Claudipo Fazzone (centrodestra) con il 35,40% e Claudio Moscardelli (Pd) con il 12%. Il partito di Matteo Renzi perde molti dei suoi feudi.

Ecco gli ultimi dati dell'affluenza regione per regione diffusi alle ore 23: Val d'Aosta 72,27%, Piemonte 75,16%, Lombardia 76,81%, Trentino Alto Adige 74,32%, Friuli Venezia Giulia 75,10%, Veneto 78,66%, Liguria 71,95%, Emilia Romagna 78,22%, Toscana 77,33%, Marche 77,26%, Umbria 77,95%, Lazio 72,60% (non definitivo), Abruzzo 75,24%, Molise 71,72%, Campania 68,19%, Puglia 69,02%, Calabria 63,76%, Basilicata 71,22%, Sicilia 62,75%, Sardegna 65,39%.