Elena Santarelli: "Lasciatemi in pace, per mio figlio non voglio pietà"

Elena Santarelli:

Da quando ha deciso di rendere pubblica la malattia del figlio, la showgirl è continuamente sotto la lente d'ingrandimento dei followers, pronti a giudicare ogni sua singola mossa.

Maurizio Costanzo difende Elena Santarelli dopo le polemiche sorte intorno alle informazioni sulla malattia del figlio di Elena che la Santarelli ha veicolato attraverso i propri social. Secondo il suo punto di vista il modo delicato e allo stesso tempo forte con il quale Elena ha deciso di condividere la propria storia non è soltanto un diritto della Santarelli, ma è anche una scelta da sostenere, dal momento che potrà essere d'esempio e conforto a tutte le altre madri che stanno attraversando una situazione diversa ma altrettanto difficile. A questo commento, però, è seguita la reazione di Elena Santarelli che, con una storia su Instagram, ha voluto ribadire alcuni concetti. Di fronte a tali parole Elena non ha retto più e ha prontamente replicato. Poi Elena ha aggiunto: "Nessuno mi deve dire cosa devo fare o come comportarmi con mio figlio". Non ho bisogno di regole o di consigli, sono su questa barca dal 30 novembre, vivo il mio dolore da sola senza rompere le palle a nessuno. "Mi sono esposta per fare del bene, ma ora chiedo di farla finita". Una sua follower ha accusato la Santarelli di essere una cafona, poiché la showgirl non aveva risposto ad un suo messaggio di incoraggiamento. Lei non immagina neanche cosa provo dentro..." - poi continua - "ogni giorno ricevo messaggi privati di mamme che mi scrivono 'il mio non ce l'ha fatta ma il tuo ce la farà! Stanca di dover continuamente rispondere a chi crede di sapere tutto della sua vita, desiderosa di poter vivere tranquillamente e di poter affrontare la malattia del figlio senza doversi preoccupare del giudizio altrui, Elena conclude il suo sfogo con una richiesta esplicita: "lasciatemi in pace e soprattutto non voglio parole di pietà per mio figlio, grazie".